Sinossi


Fino a 30 anni fa, molte persone con la sindrome di Down venivano considerate “malati da ricoverare” fin dalla nascita ed erano pertanto rinchiuse nei manicomi insieme ai malati di mente. Le leggi 517 e 180 cambiarono l’Italia e il destino di migliaia di persone “diverse”. E riportarono nella società civile quei cittadini che nella migliore delle ipotesi venivano considerati di serie B.

Luigi Fantinelli, pur avendo la sindrome di Down, ha superato, una ad una, tutte le sfide che il percorso educativo propone non solo ai ragazzi con disabilità, ma a tutti i ragazzi in età scolare fino ad arrivare a frequentare l’Università di Bologna e ottenere una Borsa Erasmus.

La sua non é solo una storia di coraggio e sforzo personale, ma frutto di un lavoro multidisciplinare, umano e professionale di persone impegnate nel rendere degna e attiva la vita di persone con disabilità nella società.
Testimonianze di un intimo colto con grande sensibilità e l’inestimabile disponibilità di Luigi che con freschezza e grande consapevolezza si é prestato per mesi ad aprire la propria vita per dare con la sua testimonianza una speranza a tutti quelli che vorrebbero andare oltre i limiti che il sistema impone, affrontando argomenti spesso ancora tabù nella società attuale come la accettazione della sindrome di Down, la sessualità, le possibilità intellettive, le capacità di autonomia e la amicizia.

Da maggio 2009 e per un anno intero Luigi é stato accompagnato nei passi più importanti del suo percorso, documentando in esclusiva, accadimenti, emozioni e difficoltà che si troverà ogni volta a dover affrontare.
A settembre 2009 Luigi si trasferisce a Bologna e vive durante la settimana in un appartamento insieme con altri studenti che coraggiosamente accettano la sfida di condividere la loro vita indipendente con un ragazzo con la sindrome di Down.
Per Luigi é la prima esperienza fuori l’ambito famigliare e affronta con consapevolezza un’esperienza senza precedenti che gli permetterà di crearsi un percorso di vita propria, autonoma ed indipendente.
L’avventura continua poi, a Gennaio 2010, con il progetto Erasmus, che lo porta a frequentare la “Facultad de Educación” della città di Murcia dove rimane per circa 6 mesi.

Tra le tante storie di “diversità” che la realtà odierna ci propone, ce ne sono alcune cariche di emozioni e sentimenti. Questo é il racconto di una di quelle storie forti che evoca riflessione e voglia di vivere.

Anuncios

Acerca de OHNESTAativ produktionen

Podría decir como me llamo, donde vivo, lo que pienso y lo que hago, pero no me pregunten quien soy, porque no tengo ni idea.
Esta entrada fue publicada en CI PROVO. Guarda el enlace permanente.

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s