La Corte di Strasburgo condanna l’Italia. Con una sentenza storica, in grado di restituire molti bambini all’abbraccio dei propri genitori


Sull’articolo publicato nella Rivista culturale sui Diritti Umani e le Riforme Sociali il 18/10/2015

“L’ingiustizia della decisione, infatti, ha inciso profondamente nella vita di queste persone: ha spezzato i legami familiari, non solo con i genitori ma anche tra fratelli”. afirma l’Avv. Francesco Morcavallo – ex Giudice Minorile – che ha avuto il merito di presentare il Ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

20 anni fa, sono stata, non soltanto testimone, ma anche partecipe per obbligo delle istituzioni (Servizio Sociale del Comune di Pianoro, Tribunale per i minorenni di Bologna), di una azione quasi identica alla descritta nell’articolo. Ho dovuto allontanare dalla loro familia a 4 bambini (da 6 a 14 anni) che sono stati accolti in due luoghi protetti diversi, dove sono rimasti fino ai 18 anni.

Sebbene, la situazione famigliare non era ideale, si trattaba di un conflitto genitoriale e una dipendenza non indifferente, ricordo che uno dei motivi di cui si parlava nei servizi sociali, era la incapacitá di una mamma originaria del nord de Europa di cucinare ai figli “roba italiana”!!! Sí, cosí come avete letto!!!! Dal mio punto di vista, la causa che aveva dato luogo alla sentenza non giustificava il modo in cui si era portata avanti la risoluzione giudiziale, particolarmente violenta, al punto di rimanere nella mia memoria, come uno degli episodi piú traumatici della mia esperienza come educatrice sociale.

All’epoca ero indignata, avrei fatto anch’io un recorso, se la mia condizione di straniera e la inesperienza non mi avessero innibito diffronte al mostro istituzionale di una Italia che mi accoglieva con simpatia. In fondo gli argentini, a differenza degli stranieri del nord di Europa, apprezzavamo una buona pasta e poi, Maradona ancora giocava nel Napoli!

I giri della vita, hanno fatto che per caso, 15 anni dopo, incontrassi per strada a questa mamma insieme a due delle sue figlie, ya maggiorenni, e potessi en un abbraccio escusarmi per avermi prestato al gioco perverso della violenza istituzionale. Oggi, con uno sguardo più antropologico, che educativo, chiamarei l’attenzione sulla nostra partecipazione complice e sienziosa ad un sistema che, evidentemente, puó essere migliorato.

– Intervista all’Avv. Francesco Morcavallo – 

Morcavallo

“E’ davvero una sentenza storica, quella che ci troviamo a commentare, in grado di cambiare la vita di molti bambini e di intere famiglie.”

Cronica Sociale, Rivista culturale sui Diritti Umani e le Riforme Sociali ha parlato con l’Avv. Francesco Morcavallo – ex Giudice Minorile – che ha avuto il merito di presentare il Ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, che ha ricevuto il giusto accoglimento.

Clicca qui per vedere l’articolo completo.

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

Conectando a %s

WordPress.com.

Subir ↑